CTI

Print Friendly, PDF & Email

Il nostro Istituto è sede da diversi anni di uno dei Centri Territoriali per l’Inclusione scolastica (CTI-RETE ESINA) distribuiti su tutto il territorio regionale, individuati dalla Regione Marche come poli sostanziali dei processi d’inclusione scolastica.

I CTI dipendono dall’Ufficio Scolastico Regionale, che ne coordina il percorso, pur mantenendo ciascuno di essi libertà di azione, per quanto riguarda la formazione, le relazioni di rete, le attività di promozione, il sostegno alle famiglie, l’acquisto e l’utilizzo di attrezzature e sussidi didattici. Ad essi si affiancano 4 Centri Territoriali di Supporto (CTS), specializzati nell’uso delle nuove tecnologie informatiche e punto di riferimento a riguardo anche per tutta le rete dei CTI.

In questa ottica ogni CTI ha il compito importante di saper leggere e interpretare i bisogni degli alunni disabili, di trovare le strategie più pertinenti ed efficaci per costruire una corresponsabilità, ma non in solitudine, bensì attraverso il dialogo tra le stesse Istituzioni scolastiche, le agenzie educative e i servizi socio-sanitari del territorio. E’ nostra ferma convinzione che la costruzione di una scuola inclusiva, dove tutti gli alunni possano essere messi in condizione di poter apprendere, formarsi e sviluppare il proprio progetto di vita, dipenda in grande misura anche dalla capacità di dialogo e di collaborazione tra le scuole.

In sintesi ogni CTI coordina, insieme agli altri soggetti della rete, una serie di servizi quali:

  • il supporto, la consulenza e l’assistenza nella realizzazione dei progetti;
  • la progettazione di interventi di integrazione;
  • la formazione del personale scolastico e non;
  • gli acquisti e la gestione delle attrezzature e sussidi didattici.

Al Centro Territoriale per l’Inclusione RETE ESINA afferiscono le seguenti istituzioni scolastiche:

  • I.C. “Lorenzo Lotto” – Jesi Liceo Classico “Vittorio Emanuele II”-Jesi
  • I.C. “San Francesco” – Jesi Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci”-Jesi
  • I.C. “Carlo Urbani” – Jesi I.T.A.S.S. “G. Galilei”-Jesi
  • I.C. “Luigi Bartolini” – Cupramontana I.T.I.S. “G. Marconi”-Jesi
  • I.C. “G. Rossini” – San Marcello I.T.C.G. “P. Cuppari”- Jesi
  • I.C. “B. Gigli” – Pianello Vallessina I.P.S.I.A.- “E. Pieralisi”-Jesi
  • I.C. “C. Urbani” – Moie di Maiolati Istituto d’Arte “ E. Mannucci”- Jesi

Il CTI vuole essere sul proprio territorio di appartenenza:

  • un polo di riferimento primario per le scuole afferenti;
  • un luogo di incontro tra figure con bisogni, competenze e professionalità diverse per favorire lo scambio, il confronto, la collaborazione e la rielaborazione;
  • una struttura con un ricco patrimonio documentario caratterizzato da diverse tipologie di materiale;
  • un centro di formazione permanente realizzato con tutti i soggetti e le agenzie che intervengono in questo settore;
  • un punto di formazione a cui i genitori possono rivolgersi.

Pertanto il CTI

  • gestisce tutte le problematiche presenti sul nostro territorio relative ad alunni con disabiltà, B.E.S. (Bisogni Educativi Speciali) e D.S.A. (Disturbi Specifici di Apprendimento);
  • si occupa, in sinergia con gli operatori socio-sanitari, della formalizzazione di tutti i modelli specifici per l’inclusione (P.D.P.; P.E.I.; P.D.F.);
  • promuove convegni e corsi di formazione-aggiornamento per insegnanti ed operatori del settore sui temi del disagio, della disabilità e dell’inclusione;
  • svolge opera di documentazione attraverso materiale di vario genere al fine di fornire percorsi di conoscenza e suggerimenti agli insegnanti, alle famiglie, alle scuole, agli operatori dei servizi socio-sanitari;
  • fornisce alle scuole ausili e sussidi didattici per l’attuazione dei progetti di inclusione;
  • organizza un servizio di utilizzo, visione e prestito di riviste, libri, software rivolto alle famiglie, agli alunni stessi, ai docenti e alle associazioni.
  • attiva, per l’a.s. 2013-2014 uno sportello pedagogico-linguistico, tenuto da esperti esterni, rivolto ad alunni, genitori ed insegnanti con la finalità di individuare e relazionare in merito ad eventuali difficoltà di apprendimento.

 CTS

 I Centri Territoriali di Supporto nascono con lo scopo di intervenire sui fattori di criticità che condizionano l’utilizzo corretto e diffuso delle tecnologie per l’integrazione, per garantire a ciascuno alunno con disabilità la possibilità di usare efficacemente gli strumenti che servono per lo studio, l’autonomia e l’integrazione.

 Obiettivi

-Supporto alle scuole nell’acquisto e nell’uso efficiente delle nuove tecnologie per l’integrazione scolastica

-Assistenza didattica per utilizzare strumenti specializzati e specifici in modo efficace considerando anche gli aspetti psicopedagogici

-Assistenza tecnica per risolvere eventuali problemi di funzionamento e adattamento alle tecnologie

-Ottimizzare le risorse intervenendo sia nella fase di acquisizione delle attrezzature che nella gestione (al CTS si fa riferimento per l’acquisto di materiale specializzato che ha un costo oneroso)

-Curare la formazione degli operatori con interventi flessibili e mirati ed attuare, in merito, iniziative specifiche rivolte agli insegnanti, agli operatori scolastici ed ai genitori

 Regolamento CTI – Annualità 2017-2019